Informativa
Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Sanofi
Stampa | Share

Eritema da pannolino

Che cos’è? 

L’eritema da pannolino è un problema che si presenta spesso nei piccoli e colpisce le zone a contatto con il pannolino, che tendono ad infiammarsi, creando fastidio al bambino. 
 
In genere si riferisce a un insieme di cause tra loro differenti che hanno come risultato comune la comparsa di arrossamento e irritazione.


  

Quali sono le cause?

Le cause posso essere differenti e spesso concomitanti:

  • Frizione: sfregamento del pannolino sulla pelle estremamente delicata, sottile e sensibile dei bambini. L’eritema in questo caso si localizza nelle aree dove la frizione del pannolino è maggiore, cioè l’interno delle cosce e lungo tutte le aree in cui l’elastico del pannolino è più stretto. 
     
  • Contatto: la macerazione della cute favorita dall’umidità, dal calore e dalla scarsa traspirazione dovuti alla presenza del pannolino. 
     
  • Calore: alto grado di umidità a causa delle feci trattenute dal pannolino. L’umidità prolungata, causata dalle mutandine di plastica che impediscono la traspirazione e la fermentazione ammoniacale dell’urea dovuta al ristagno delle urine, provocano un incremento del pH cutaneo e rendono la pelle maggiormente permeabile e più sensibile alla frizione del pannolino. 
     
  • Irritazione: lavaggi frequenti e con detergenti aggressivi.

  
Come prevenire gli arrossamenti?

Ci sono consigli per prevenire l’insorgenza degli arrossamenti, che per una mamma possono essere di grande aiuto e in alcuni casi possono accelerare anche la guarigione:

  • cambiare il pannolino frequentemente, 5-6 volte in una giornata 
     
  • utilizzare un pannolino della giusta taglia, che non sia né troppo grande né troppo piccolo 
     
  • ad ogni cambio lavare il bambino con acqua tiepida, sciacquare senza strofinare 
     
  • far respirare la pelle ogni giorno, lasciando il bambino senza pannolino per un po’ di tempo 
     
  • usare il sapone, neutro e senza profumi, al massimo un paio di volte al giorno e asciugare la parte tamponando senza mai sfregare utilizzando un telo di cotone 
     
  • lasciare che la pelle si asciughi completamente prima di mettere il pannolino nuovo 
     
  • applicare uno strato di pasta protettiva che formi una barriera a protezione della pelle 
     
  • evitare l’uso del talco che può causare irritazioni 
     
  • evitare prodotti contenenti parabeni che possono dare origine ad allergie

 
Come trattare gli arrossamenti? 

Quando si manifesta l’eritema, è necessario evitare il peggioramento applicando prodotti topici appropriati, che possono allo stesso tempo proteggere la cute e favorire il naturale processo di rigenerazione dell’epidermide, per consentire una rapida guarigione.

 
 
Quali caratteristiche deve avere un buon prodotto per uso topico?

  • Caratteristiche chimico fisiche compatibili con lo strato cutaneo 
     
  • Favorire la naturale rigenerazione dell’epidermide 
     
  • Formazione di una barriera protettiva di lunga durata 
     
  • Mantenimento dell’idratazione cutanea ottimale 
     
  • Protezione contro gli agenti esterni irritanti 
     
  • Composizione accuratamente bilanciata per evitare elementi in eccesso 
     
  • Assenza di disinfettanti, profumi, conservanti o coloranti 
     
  • Assenza di parabeni 
     
  • Di facile rimozione senza un’eccessiva frizione della cute 
     
  • Nessun effetto sul normale pH cutaneo 
     
  • Efficacia e tollerabilità comprovate nel bambino