Informativa
Questo sito può utilizzare cookie di profilazione di terze parti per inviarti messaggi pubblicitari mirati e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Sanofi
Stampa | Share

Salute: lui, lei e l’emicrania, nemica di coppia e famiglia

26 giugno 2014

Milano, 25 giu. (AdnKronos Salute) - Nel menage familiare c’è un terzo incomodo: è l’emicrania cronica. Una compagna di vita che si insinua anche sotto le lenzuola e ossessiona non solo chi ne soffre, ma l’intera famiglia. Figli compresi. L’impatto sulle relazioni personali delle persone che convivono con il mal di testa per più di 15 giorni al mese è stato fotografato da uno studio condotto negli Usa, attraverso il web, su 994 uomini e donne affetti da forme croniche.

I pazienti arruolati raccontano di intimità perdute, viaggi di famiglia cancellati, momenti sereni rubati al partner e ai figli. I sentimenti più diffusi sono rabbia e fastidio che esplodono durante l’attacco di mal di testa, ma anche senso di colpa per le conseguenze che un malessere personale ha sugli altri. Lo studio ‘Cameo’ (Chronic Migraine Epidemiology and Outcomes) è stato presentato al 56esimo meeting scientifico annuale dell’American Headache Society. Autore principale è Dawn C. Buse dell’Albert Einstein College of Medicine, che spiega: “Il nostro lavoro mette in luce il significativo impatto dell’emicrania cronica non solo sulle persone che ne sono affette ma sull’intera famiglia. Viene descritta la perdita della routine e di eventi speciali di famiglia, il senso di colpa e la tristezza per il modo in cui l’emicrania danneggia le relazioni con il partner e con i propri bambini”.

Quasi tre quarti dei pazienti con emicrania cronica coinvolti nell’indagine (73%) sono convinti che sarebbero stati dei migliori compagni di vita se non avessero sofferto di mal di testa, il 59% dei genitori migliori. Il 64% si sente in colpa per il fatto di essere facilmente irritato o infastidito dal partner per via degli attacchi. Per queste persone il mal di testa non è la classica scusa per non cedere alle avance, ma è un impedimento vero e proprio, tanto che il 67% dichiara di evitare l’intimità sessuale con il compagno, a volte, proprio a causa del malessere legato all’emicrania. E il 61% dice di essere facilmente infastidito dai suoi bambini, il 54% stima di aver ridotto la sua partecipazione a momenti di divertimento e a eventi con la famiglia nell’ultimo anno. Un 20% arriva addirittura a cancellare o a perdere le vacanze.